torna indietro

ZOTTI. SIMBOLI E METAFORE

Museo della Permanente, Milano 9 gennaio 2007, presentazione alla stampa della mostra di Carmelo Zotti "L'Epica, il racconto, l'elegia, 1956-2006, Cinquant'anni di PIttura" e del libro biografico:

In occasione della mostra antologica ZOTTI, L'EPICA, IL RACCONTO, L'ELEGIA, 1956-2006, CINQUANT'ANNI DI PITTURA viene presentato alla stampa il volume biografico Zotti.Simboli e metafore, edito da Canova e curato da MIchele Beraldo con le testimonianze di Ennio Pouchard, Enzo di Martino, Giuliano Menato, Nicola Micieli, Diego Collovini, Dino Marangon.

Carmelo Zotti nasce a Trieste nel 1933 da padre istriano e madre cipriota. Trascorsa l'in­fanzia nella città natale e successivamente a Napoli nel 1945, si trasferisce a Venezia dove, allievo di Bruno Saetti, frequenta l'Accademia di Belle Arti. Nel 1954, rivelandosi tra i giovani artisti più promettenti, vince il primo premio dell'Opera Bevilacqua La Masa; del 1956 è la sua prima partecipazione, con tre dipinti, alla Biennale di Venezia mentre nel '58 consegue il primo premio alla Biennale Internazionale dei giovani e il Premio Longo alla XXXII Biennale Internazionale di Venezia. Riconoscimenti, questi, che inaugurano una lunga e prestigiosa attività espositiva che, oltre a vederlo presente nelle più importanti rassegne nazionali ed internazionali, è costellata da numerose personali tra cui si ricordano l'antologica al Museo d'Arte Moderna Cà Pesaro di Venezia (1995), quella al Museo della Permanente di Milano (2007), le retrospettive al Padiglione dell'Esprit Nouveau di Bologna (2008), al Museo d'Arte Moderna di Rijeka (2008), al Museo di Santa Giulia di Brescia (2008), al Museo Correr di Venezia (2009), al Castel Sismondo di Rimini (2012) e al Museo di Santa Caterina di Treviso nel 2013.
Ha tenuto la cattedra di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Venezia dal 1970 al 1990.
Il 16 maggio del 2007 si è spento nella sua casa di Treviso mentre era ancora in corso l’antologica a lui dedicata nella Galleria Civica di Palazzo Loffredo a Potenza.